Calogero Termine

Pittore copista e autore originario di Sciacca

Calogero Termine nasce a Sciacca nel ‘68, si laurea in Scienze Politiche e collabora con l’Università degli Studi di Palermo per circa due anni per una la ricerca sulla società civile e sulla globalizzazione. Poi arriva la svolta. Nel 1997 partecipa ad una mostra a Palermo, Genio e Passione, dedicata al ‘600 Napoletano e Siciliano: lui come guida introduce gruppi di visitatori ai capolavori esposti nella chiesa di San Giorgio dei Genovesi. Lì inizia a risvegliarsi il suo interesse per il disegno e la pittura.

Comincia a studiare le tecniche pittoriche antiche copiando i grandi maestri del passato come Raffaello, Tiziano, Caravaggio, Correggio, Michelangelo e Leonardo. Si diploma all’Accademia delle Belle Arti nel 2006 quando già la pittura è il suo lavoro. Tra le esperienze che hanno segnato il suo percorso artistico ci sono i lavori realizzati nei musei, tra cui Vienna KHM dove realizza due copie di Tiziano dal vero. Poi arrivano le prime commissioni pubbliche. Per una Chiesa realizza due grandi copie, una di Caravaggio e l’altra di Sebastiano Ricci. Lavora per committenti privati e pubblici, sia come copista che come autore dei propri lavori.

Nel 2010 in occasione dei 400 anni dalla morte di Caravaggio realizza la copia a grandezza naturale della Natività con i Santi Lorenzo e Francesco, opera trafugata dalla mafia nel ‘69 e mai più ritrovata. La copia della Natività del Caravaggio viene esposta in quell’anno a Palermo nell’Oratorio di Santo Stefano Protomartire, insieme ad una tela proveniente da Malta nella quale si può ipotizzare la mano del Caravaggio. Realizza per la celebrazione dei 400 anni della fondazione della città di Santa Margherita del Belice Il Martirio di Santa Margherita, copia di un opera andata distrutta durante il terremoto. Tiene Corsi di pittura e Workshop sui maestri del passato.

Curriculum Vitae